Intervento di implantologia dentale – passo per passo

I miei pazienti arrivano da diverse parti d’Europa e del mondo. Per questa ragione è molto importante per loro organizzare in modo chiaro ed efficiente il calendario degli appuntamenti che rispetti sia le loro esigenze che le possibilità dello studio dentistico del laboratorio odontotecnico.

Il tempo di esecuzione di un intervento di implantologia dentale dipende in grosso modo dal numero degli impianti che vanno inseriti e dal bisogno di creare o no una protesi provvisoria che il paziente utilizzerà durante il periodo di osseointegrazione.
I pazienti che vengono nei miei centri per l’implantologia dentale, si fermano da 3 a 4 giorni.

Passo 1:
Conferma del piano del trattamento, estrazioni, inserimento dell’impianto.

Prima di cominciare confermo il piano del trattamento, consultando la panoramica dentale fatta al paziente qualche minuto prima nello studio dentistico. Guardando la TAC sul mio computer misuro lo spessore osseo per decidere dove e sotto quale angolazione inserire l’impianto dentale. Somministro l’anestesia e mentre aspetto che prenda effetto (qualche minuto), illustro il corso dell’intervento al paziente. Procedo a estrarre i denti, se previsto nel piano di cura, e inserisco gli impianti dentali. La durata dell’intervento dipende naturalmente dal numero degli impianti da inserire. Se si tratta solo di uno, il tutto è finito entro una decina di minuti. Se per caso ci sono degli impianti da inserire anche nell’arcata inferiore, continuiamo nel giorno successivo.
Dopo l’intervento di implantologia al paziente vengono consegnati gli impacchi di ghiaccio da poggiare sulla guancia per evitare il gonfiore. Durante il periodo del trattamento, il paziente è in cura antibiotica. Il dolore e fastidio provocato dall’intervento si risolve presto, con qualche antidolorifico.

Passo 2:
Controllo

Controllo i punti di sutura e lo stato generale della bocca del paziente. Nei giorni subito dopo l’intervento i pazienti sentono dolore e le loro gengive si gonfiano, li tranquillizzo precisando che si tratta di sensazioni assolutamente normali che entro una settimana si risolvono.

Passo 3
Consegna del provvisorio
Non tutti i pazienti che si sottopongono all’implantologia dentale hanno bisogno di una protesi provvisoria, sia che si tratti di una protesi totale che solo di qualche dente provvisorio. Succede spesso, per esempio, che i pazienti completamente edentuli vengono da noi con le loro protesi totali e preferiscono tenerle fino alla fine, cioè fino all’ottenimento dei ponti fissi definitivi.

Quando sarà il momento di ritornare?

Al momento dell’inserimento degli impianti decido quando sarà il momento di tornare per la seconda fase dell’intervento, durante la quale il paziente riceverà le corone o il ponte definitivo. Il tempo di attesa va dai 3 ai 6 mesi. Anche se sembra lungo, dopo aver ricevuto i loro nuovi denti e il sorriso che hanno sempre desiderato, i pazienti di solito mi dicono che ne è valsa assolutamente la pena!

drmartinko