Gli impianti dentali conservano l’osso mandibolare e mascellare

Quando per una qualsiasi ragione perdiamo un dente l’osso che lo sosteneva comincia ad atrofizzare e decadere. In molti casi non si tratta di un processo veloce, ma succede in ogni caso. Come mai?

Mentre il dente si trova ancora dentro la mascella o la mandibola, ogni pressione su esso facilita la circolazione del sangue. In questo modo vengono stimolati i vasi sanquingi che circondano l’osso e lo mantengono vivo e sano. Con la scomparsa del dente e della radice scompare anche lo stimolo e l’apporto di sangue all’osso.
Le protesi mobili risolvono la parte estetica del problema della perdita dei denti, ma senza ulteriore stimolo l’osso della mascella e della mandibola comincia a perdere volume. Lo stesso problema succede anche in caso delle corone dentali che fanno parte di un ponte. Mentre un ponte soddisfa sicuramente il lato estetico, sotto ad esso l’osso rimane scoperto e senza l’apporto di sangue.

La storia cambia completamente nel caso dell’inserimento di impianti dentali. Gli impianti dentali risolvono sia la parte estetica, che quella funzionale. Un impianto dentale sostituisce la radice naturale persa e l’apporto del sangue all’osso continua. Il posizionamento delle corone dentali sugli impianti garantisce un risultato completamente naturale, mentre nei casi in cui gli impianti dentali sono pilastri sui quali si montano le protesi semifisse otteniamo un risultato stabile e duraturo che fino a poco tempo fa potevamo solo immaginare.
Gli impianti dentali come soluzione ai problemi dentali sono inizialmente l’opzione più costosa. Con il tempo però, sono proprio loro che fanno risparmiare soldi e tempo, permettendoci di mantenere sano l’osso della mascella e della mandibola e fornendo allo stesso tempo la sensazione di una dentatura forte e sana.

Gli-impianti-dentali-conservano-l'osso-mandibolare-e-mascellare2

drmartinko

Leave a Reply