Cosa fare se a causa di una trauma perdiamo un dente intero?

Prima di tutto, è importante rimanere calmi e cercare di ricordarsi quello che avete letto qui. E’ possibile ripristinare la funzionalità di un dente perso, ma è importante agire correttamente e in tempo. Quanto prima un dente viene rimesso al suo posto, le probabilità di sopravvivenza dello stesso sono maggiori.

1.Il dente deve essere toccato solo nella parte della corona dentale, cioè la parte del dente visiva nella bocca.

2. Il dente deve essere leggermente risciacquato con acqua, saliva o una soluzione salina. È importante non graffiare la radice dentale, la parte del dente incastrata nelle ossa che non è visibile nella bocca. Anche se vi sembrerà che il dente deve essere pulito e strofinato, non fatelo perché lo sfregamento e lavaggio possono danneggiare la superficie della radice dentale e rendere difficile il reinserimento del dente nell’alveolo.

3. Cercate di rimettere il dente in posizione , ma prima di farlo assicuratevi che si tratta veramente di un dente permanente. La rimessa forzata di un dente da latte nella sua posizione potrebbe compromettere la crescita di un dente permanente. Assicuratevi inoltre che il dente sia intero e la sua radice intatta. Se questo non è possibile, passate al punto 4.

4. Se non riuscite a rimettere il dente perso nella sua posizione, mettetelo in una soluzione o un liquido per mantenerlo in vita. L’obiettivo è di mantenere il dente in umido usando la soluzione salina, oppure il latte. Il dente non deve essere lasciato in acqua pura perché lo potrebbe danneggiare. Non mettete il dente in un fazzoletto perché per sopravvivere, il tessuto della radice dovrebbe essere tenuto in umido.

5. Rivolgetevi al vostro dentista che sarà in grado di valutare se il dente è abbastanza sano per essere rimesso in funzione. Se il dente sembra a posto, il dentista farà una radiografia per ispezionare lo stato dell’osso. Se tutto risulta normale, il dente verrà rimesso nella sua posizione. Per ottenere una migliore stabilità, il dentista lo fisserà ai denti vicini usando il composito.

6. Sarà necessario prendere gli antibiotici e, se non l’avete ricevuto negli ultimi 5-10 anni, un vaccino antitetanico per proteggere l’organismo dai batteri che potrebbero essersi attacati al dente oppure entrati nella ferita mentre il dente era fuori bocca.

7. Dopo 7-10 giorni dovreste di nuovo visitare il vostro denitsta che rimuoverà il composito che legava il dente in questione al dente adiacente, perché dopo quel periodo il collegamento in composito potrebbe rallentare il processo della fissazione del dente nell’alveolo. Questo non vale per i pazienti più giovani (adolescenti) e nel loro caso il collegamento in composito dovrebbe rimanere per minimo 4 settimane.

8. State attenti mentre masticate finchè il dente non diventi completamente stabile. Quando il dentista rimuove il collegamenti in composito il dente è ancora instabile e, pertanto, bisogna prestare particolare attenzione quando mordiamo il cibo e mastichiamo.

Cosa fare se a causa di una trauma perdiamo un dente intero?

I fattori che determinano il successo della terapia:

Questi sono i tre fattori più importanti, decisivi per l’esito della terapia:

1. Quanto tempo il dente era stato fuori dalla bocca. Se è passato meno di mezz’ora siamo ancora in tempo, se invece sono passate più di due ore ci sono poche possibilità per ottenere un buon risultato.

2. Lo stato dei denti e il tessuto circostante. Le persone con cattive condizioni gengivali hanno poca probabilità di successo.

3. Il modo in cui il dente è stato conservato quando era fuori dalla bocca.

drmartinko